I valori di Humanity

I valori di Humanity

Nel settembre del 2014 ho tenuto un corso per addetti antincendio.

Conoscevo molto bene le varie realtà in cui lavorano i presenti e nacque un bel dialogo sui temi esposti.

Alla fine delle mattinata mi si avvicina uno dei discenti e mi dice: Ingegnere ma lei con quale titolo tiene questi corsi? Li potrebbe dare da qualsiasi parte?

La mia risposta affermativa mette in moto questa grande avventura che è sfociata in Humanity.

Sono quasi 20 anni che insegno in corsi inerenti l’antincendio e la sicurezza e ogni volta è un’esperienza diversa perché diverse sono le persone che mi stanno davanti e pertanto l’iterazione con loro, lo scambio delle reciproche esperienze, permette di calare ogni lezione nella realtà dei presenti.

Ma non solo … fin dal periodo scolastico sono sempre stata attirata dal bel mondo delle associazioni di volontariato, alcune delle quali supporto professionalmente.

Torniamo a quel giorno …

Dopo pochi giorni mi incontro con Alessandro e iniziamo a sviscerare l’idea: promuovere dei corsi per l’Impresa in modo di far interagire persone del primo, secondo e terzo settore.

Iniziamo a pensare a chi potevamo coinvolgere e mi vengono in mente Marta e Michele, professionisti che ho avuto modo di apprezzare durante la mia attività lavorativa.  Alessandro, invece coinvolge Marzia. Successivamente anche Sandra si aggiunge. E poi arrivano la cooperativa Vite Vere e l’associazione Popoli Insieme

Il feeling che immediatamente nasce tra di noi, professionisti di aree diverse che però hanno come comune denominatore la voglia di mettersi in gioco e la voglia di fare qualcosa per gli altri è stato la grande spinta propulsiva.

Nel frattempo Alessandro si ritira dal progetto per mancanza di tempo ed io prendo in mano le redini di Humanity.

Ecco che giorno dopo giorno si delineano i tratti caratteristici di quello che vogliamo proporre.

Intanto leggo, studio, mi informo.

Devo trovare delle parole che spieghino quello che abbiamo in testa, dopo molto pensare, provare, cercare ecco che improvvisamente si fanno luce: Il PRIMO centro di formazione EQUO SOLIDALE nato per l’INCLUSIONE SOCIALE

EQUO: per aver una docenza di qualità è necessario permettere al docente di aggiornarsi e informarsi e quindi riconoscere il suo valore dal punto di vista economico.

SOLIDALE: perché l’utile verrà devoluto a progetti sociali che coinvolgono bambini e ragazzi del territorio

INCLUSIONE SOCIALE di persone con disabilità intellettiva, di rifugiati politici e di altre persone che vivono superando gli ostacoli.

E così la segreteria, la fase di registrazione, i coffee break e altre fasi operative saranno gestite da persone appartenenti ad Associazioni del Terzo Settore che valorizzano le potenzialità e danno dignità lavorativa alle donne e agli uomini in esse accolti.

Ma questo non ci bastava.

Un altro fattore importante è dare visibilità alle ditte che decideranno di formarsi con noi. Avranno quindi in home page del nostro sito una bella finestra in modo che se vogliono possono consegnarci in loro logo e noi glielo inseriremo. Le ditte potranno quindi darsi un’immagine di attenzione al sociale tramite Humanity.

Ma questo non ci bastava.

I progetti solidali saranno rivolti soprattutto ad Associazioni Onlus cosicché esse potranno raccogliere, tramite Humanity, eventuali altre donazioni, con regolari benefici fiscali.

E infine ci siamo detti: Se noi proponiamo i corsi a costo di mercato e l’utile lo indirizziamo verso dei progetti sociali perché non dovrebbero sceglierci? Sicuramente è una bella sfida, ma noi siamo fiduciosi.

Alla ditta non vengono chiesti degli investimenti diversi da quelli necessari per poter formare ed informare i propri lavoratori.

Inoltre dalla nostra esperienza di docenti ci siamo resi conto che nel nostro territorio ci sono ditte composte sia da artigiani con pochi elementi sia da ditte con grossi numeri.

Spesso le ditte artigianali non sanno a chi rivolgersi per poter seguire i corsi perché farlo solo per i propri dipendenti risulterebbe troppo oneroso e pertanto offriamo l’opportunità di iscriversi da noi.

D’altra parte se una ditta è interessata ad avere il corso nella propria sede non fa altro che organizzarlo con il nostro docente.

Se pensi che questo sia un progetto valido … diffondilo tra i tuoi amici … aiutaci ad aiutare.

Se hai, RESTITUISCI

Se hai, RESTITUISCI

Se hai formazione, RESTITUISCI possibilità a qualcuno di giocare, lavorare, studiare

Se hai capacità di coinvolgere, RESTITUISCI diffondendo il nostro progetto

Se hai denaro, RESTITUISCI a qualcuno che è in cerca di vivere degnamente

…….

Se hai …, RESTITUISCI … (continua tu)

 

A cura di Michela Toffanin

Lascia un commento

Chiudi il menu
×
×

Carrello